Natale a Tokyo

24 December 2018
Le festività Natalizie sono uno dei periodi dell’anno più movimentati non solo nella tradizione italiana ma in quella europea e americana. La celebrazione della nascita di Gesù, nonostante un declino delle tradizioni che negli ultimi decenni si è fatto sempre maggiore, rimane una delle ricorrenze più sentite tra i bilanci personali di fine anno, gli incontri con i parenti e le occasioni di riconciliazione. Lo spirito che si respira durante il Natale è qualcosa di particolare che coinvolge credenti e non credenti.
Ma in Giappone come sono vissute e quale significato hanno queste festività?
In giapponese non esiste la parola “Natale” e perciò si utilizza la traslitterazione in inglese “Merry Christmas” per scambiarsi gli auguri.
Nel Paese del Sol Levante il 25 Dicembre è un comune giorno lavorativo, infatti il Natale non è considerata festa nazionale non facendo parte della tradizione nipponica. Una percentuale esigua della popolazione giapponese (circa il 3%) è di religione Cattolica o Cristiana e il resto del paese lo vive come una normale giornata a scuola o in ufficio.
Fa attualmente eccezione la data del 23 Dicembre dove si festeggia il Tenno Tanjobi ovvero il compleanno dell’Imperatore. Il giorno della nascita dell’Imperatore è festa nazionale ma questo è stato l’ultimo anno in cui sarà celebrata a ridosso del Natale, infatti l’attuale imperatore Akihito ha annunciato che in Aprile 2019 abdicherà in favore del figlio Naruhito e così la festa verrà spostata al 23 Febbraio.
Il Giappone ha però assorbito la parte consumistica delle festività natalizie: la tradizione dello scambiarsi regali in famiglia è molto sentita e le città sono riempite di luci e addobbi festosi. Una delle usanze più particolari della Vigilia di Natale è la cena a base di pollo fritto della catena KFC che si ripete da oltre quarant’anni, per la precisione dal 1974 quando la KFC fece una efficacissima campagna di marketing giocata sulle sue iniziali che riportava “Kentucky for Christmas” come riferimento diretto al Kentucky Fried Chicken, ovvero il loro pollo fritto. Il successo fu tale che diventò una vera e propria tradizione tanto che nella sera della Vigilia è impossibile riuscire a trovare un tavolo in un locale KFC senza aver prenotato in anticipo.
La Christmas Cake è un’altra tradizione culinaria del periodo natalizio, le pasticcierie preparano questo dolce a base di pan di spagna, fragole e panna montata decorato con richiami a Babbo Natale che va letteralmente a ruba.
La Vigilia di Natale è considerata una ricorrenza da trascorrere insieme al proprio partner piuttosto che alla famiglia, una sorta di San Valentino anticipato. La Tokyo Tower è uno dei luoghi più popolari per gli appuntamenti: si crede infatti che le coppie che sono sotto la torre quando le luci sono accese devono dichiararsi eterno amore. Gli innamorati possono anche attaccare un nastro a uno speciale albero di natale che si trova sul ponte di osservazione della torre.
Diverso è invece il Capodanno che per i Giapponesi è una delle feste più importanti dell’anno. La giornata si trascorre in famiglia dedicandosi alla pratica dell’hatsumode, ovvero la “prima visita dell’anno al tempio”, dove ci si reca in uno dei templi buddisti o in un santuario shintoista per pregare a un sereno anno nuovo.
Allo scoccare della mezzanotte del 31 Dicembre in tutto il Giappone le campane dei templi suonano 108 rintocchi per esorcizzare i 108 peccati umani secondo la credenza buddista mentre nei giorni antecedenti si è soliti effettuare le pulizie di casa (un po’ come le nostre pulizie di primavera) e saldare gli eventuali debiti accumulati durante l’anno.
Ecco quindi un breve racconto delle festività giapponesi che nonostante siano intrise di una certa modernità mantengono vive la storia, le credenze religiose e le tradizione di un popolo che ritengo siano valori importanti da preservare nella deriva degli ultimi tempi.
Nella speranza che possiate tutti trascorrere un sereno Natale faccio a tutti voi i più sentiti auguri di buone feste e di un felice anno nuovo!
Comments


You may be interested in...