30
DIC
  Death Note: giustizie a confronto
  Opinioni

Si arriva anche quest’anno al giro di boa con un 2017 carichissimo di aspettative. Dopo l’attesa conferma di una nuova serie Anime di Full Metal Panic a dieci anni di distanza da The Second Raid arrivano altre promettenti novità: dalla nuova serie di Code Geass passando ai nuovi progetti per Saint Seiya l’anno che arriva potrebbe davvero essere ricco di ritorni illustri.
E mentre il 2016 finisce con i nuovi propositi approfitto per voltarmi ancora una volta indietro per buttare un occhio su alcune grandi serie del passato che hanno fatto la storia dei manga, arriva così il turno di Death Note, prima opera di successo del duo Tsugumi Oba e Takeshi Obata. Light Yagami è un giovane studente liceale dagli ottimi risultati scolastici e figlio di un dirigente della polizia alla quale ambisce ad entrare grazie alla sua grande intelligenza. Un giorno trova nel cortile della scuola uno strano quaderno che scopre avere un potere sovrannaturale: scrivendo il nome di una persona su quel quaderno se ne causa la morte. Dapprima scettico Light scopre che in realtà il quaderno funziona e dopo averlo utilizzato fa la conoscenza di Ryuk, il Dio della Morte che annoiato dalla ripetitività delle giornate nel suo mondo decide di lasciare il quaderno sulla Terra per divertirsi a vedere l’uso che chi lo trova ne farà. Inizia così uno scontro tra Light che sceglie di diventare un nuovo Dio pronto a punire i criminali (chiamato dalle persone Kira) ed Elle, un misterioso investigatore che rischiando la vita decide di fermare i suoi propositi poiché contrario alla possibilità che una persona possa scegliere della morte di un individuo.
Acclamato dalla critica e foriero di un grandissimo successo Death Note è diventato in breve un cult della cultura manga, sia dentro che fuori dal Giappone. I 13 volumetti che compongono la storia formano un thriller appassionate condito da continui colpi di scena che tengono il lettore incollato alla storia. La caratterizzazione dei personaggi è un altro punto di forza ottimamente sviluppato da Oba dove vi sono personalità di grande spicco, come Kira/Light ed Elle, ma anche un gioco delle parti nel quale non esiste un reale personaggio buono e uno cattivo ma due punti di vista contrapposti nei quali il lettore si rispecchia.
Da una parte la giustizia di Kira/Light che punisce i criminali che hanno compiuto atti terribili, dall’altra la visione di Elle che non ritiene corretto che la loro morte sia la vera giustizia. Seppur il manga si ponga nel segmento degli Shonen i temi trattati sono molto maturi il che potrebbe lasciare interdetto chi si aspetta in realtà una storia soft e di tinte più prettamente poliziesche. Gli atti compiuti da Light non consentono di inquadrarlo come un vero e proprio eroe da Shonen, sempre volto al bene e con comportamenti nel rispetto e nella protezione del prossimo. Spesso e volentieri Light ricorre a espedienti scorretti e a brutali assassini per riuscire nel suo intento, diventando un personaggio oscuro e pieno di contraddizioni. Proprio questo suo aspetto di anti-eroe classico contribuisce a dargli una caratterizzazione molto verosimile e proietta la storia più verso un Seinen che una storia da Shonen. Il tratto molto realistico e ricco di particolari di Obata contribuisce ancor più a portare il lettore sul piano della realtà.
Di Death Note è stata anche prodotta una serie televisiva di 37 episodi, giunta da noi grazie a Panini Video è stata in seguito riedita da DynIt ed è stata realizzata con un duplice doppiaggio che consentisse di rimanere fedeli all’originale ma di smorzare anche alcuni toni forti che da noi potrebbero essere travisati. Dallo scorso anno la serie è anche disponibile su Netflix.
Chi non avesse ancora letto Death Note può trovare un ottimo manga thriller dalle tinte dark che non mancherà di appassionare il lettore, anche coloro non troppo abituati a questo genere di storie.
Chiudo augurando a tutti un felice 2017 in attesa delle novità previste per i prossimi mesi, a presto!

Leggi tutto e commenta


04
APR
  Tokko
  Opinioni

Nel mercato dei manga italiano, ormai da diversi anni piuttosto completo dal punto di vista dell’offerta, non mancano di arrivare ogni tanto proposte di nicchia rimaste inedite che difficilmente mi aspettavo di vedere da noi. E’ il caso di Tokko, un manga di stampo horror del 2003 che credo possa risultare molto godibile sia ...

Leggi tutto e commenta


15
FEB
  Saint Seiya - Soul of Gold
  Opinioni

Ci sono serie televisive con una popolarità intramontabile, soprattutto per le generazioni nate a cavallo tra gli anni '80 e '90, che non smettono mai di creare attesa ed emozione. Saint Seiya, più noto da noi come I Cavalieri dello Zodiaco, fa parte di questa schiera e sicuramente il pubblico di appassionati di cui sopra sa be...

Leggi tutto e commenta



» Altre News & Statistiche




RSS  Ultime Uscite Manga Scans

VOL 20 CAP 02AVOL 19 CAP ENDVOL 01 CAP 02
ScaricaScaricaScarica

RSS  Tokyo Diaries

Tokyo Diaries Ebook: 1,99 €

Cartaceo: 10,00 €

Leggi Tokyo Diaries, il racconto di 15 giorni immersi nella cultura e nella società Giapponese!
Per maggiori informazioni clicca qui.

RSS  Affiliati





Se volete affiliarvi al nostro sito, scrivete a info@hinaworld.it!



Namecheap.com - Cheap domain name registration, renewal and transfers - Free SSL Certificates - Web Hosting
CDJapan